NELLA PIOGGIA DI MOLFETTA DE LUCA È TRICOLORE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  

La storica Olimpia Club di Molfetta ce l’ha messa tutta per organizzare al meglio ma nessuno si sarebbe aspettato una tempesta tropicale durante la seconda prova del campionato di società di marcia su strada, valida anche come campionato individuale di 20km.

Tra mille difficoltà, acqua e forti raffiche di vento, alla partenza si sono presentati ben pochi atleti a livello maschile, totalmente inesistente la concorrenza in campo femminile con la sola Federica Ferraro dell’Aeronautica a rappresentare i vertici della marcia in rosa. La 20 km maschile ha visto sin dall’inizio Marco De Luca (Fiamme Gialle) a dettare il ritmo accompagnato per metà gara dal suo compagno di squadra Vito Di Bari, successivamente scivolato nelle retrovie. De Luca ha chiuso senza forzare troppo in 1h28’54. Dietro di lui, con un ritardo di un minuto e mezzo, sono saliti sul podio Teodorico Caporaso (Atletica Benevento) e Danile Paris (Aeronautica) rispettivamente secondo e terzo al traguardo con i tempi di 1h30’15 e 1h30’43. Quarto assoluto Lorenzo Dessì che si laurea Campione Italiano nella categoria Promesse in 1h31’32 davanti a Giacomo Viganò.

Molte assenze importanti anche al femminile a causa degli impegni internazionali che incombono nelle prossime settimane. Alla fine della gara è la campionessa assoluta su pista 2011, Federica Ferraro (GS Aeronautica) a portarsi a casa il titolo nazionale su strada con 1h38’08; con circa quattordici di minuti di distacco si piazza la  pur brava e più giovane Cecilia Stetskiv (Agg. Hinna) a cui va il titolo di campionessa italiana promesse. Terza Letizia Ambrosini (Atletica Faenza) in 1h50’25.

Tra gli Junior uomini si impone Massimo Stano vincitore della prova  con 1h36’46, seguono Ciro Somma (Agg. Hinna) in 1h42’40 e Giuseppe Quacquarelli (ASD Don Milani) in 1h44’47. Tra le donne si aggiudica il titolo italiano di marcia su strada Sara Lo Parco (Olimpia Club) in 1h45’53.

La manifestazione termina con un percorso per larga parte allagato, buio, colpito da fortissime raffiche di vento e transenne volate a terra con grave pericolo per gli atleti in gara. Tutte rimandate le valutazioni su tempi, stato di forma degli atleti e gesti tecnici!

Qui tutti i risultati: http://www.fidal.it/2011/COD3099/Index.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *