SACRAMENTO 2011: NUOVI RECORDS E PROTAGONISTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Un modo abbastanza attendibile per valutare il valore tecnico di una manifestazione di campionato internazionale  master è quello dato dalla lista dei records migliorati nel corso del programma-gare. Qui di seguito riportiamola lista dei records mondiali di categoria ottenuti a Sacramento e basandoci su questa il giudizio che emerge è di un livello tutto sommato modesto, decisamente inferiore alle edizioni dei Campionati Mondiali Master Stadia da molto tempo a questa parte. Scarsa partecipazione, assenza di molti atleti di vertice in particolare tedeschi, condizioni ambientali non sempre ottimali hanno inciso su un esito che potremmo anche definire di basso profilo. La lista dei records ci aiuta anche a individuare quelli che sono stati gli atleti (uomo e donna) che hanno lasciato più di tutti un’impronta a questa 19° edizione dei World Master Championship e sono il neozelandese 70enne Ron ROBERTSON (nella foto) e la 51enne australiana Marie KAY.

Lista dei records mondiali maschili migliorarti:
200mt.-M80: 30″78 Hiroo TANAKA (Jpn) (08/12/1930)
1.500mt.-M55: 4’12″35 Keith BATEMAN (Aus) (29/06/1955)
1.500mt.-M70: 4’52″95 Ron ROBERTSON (Nzl) (03/06/1941)
1.500mt.-M80: 5’48″93 Ed WHITLOCK (Can) (06/03/1931)
5.000mt.-M70: 18’15″53 Ron ROBERTSON (Nzl) (03/06/1941)
10.000mt.-M80: 42’39″95 Ed WHITLOCK (Can) (06/03/1931)
2.000 siepi-M70: 7’10″03 Ron ROBERTSON (Nzl) (03/06/1941)
80 ostacoli-M90: 21″62 Ralph MAXWELL (Usa) (26/11/1919)
200 ostacoli-M85: 45″13 Hugo Antonio DELGADO (Per) (09/06/1924)
ASTA-M65: 3,84 John ALTENDORF (Usa) (12/03/1946)
MARTELLO-M95: 22,01 Antonio FONSECA (Bra) (18/10/1914)
GIAVELL.-M70: 52,23 Gary STENLUND (Usa) (07/08/1940)
MARCIA Km.20-M65:Andrew JAMIESON (Aus) (13/06/1946)
DECATHLON-M90: 7.069pt. Ralph MAXWELL (Usa) (26/11/1919)
4×100-M35: U.S.A. 41″89
4×100-M60: U.S.A. 47″83
4×400-M45: U.S.A. 3’24″84
4×400-M50: U.S.A. 3’31″76
4×400-M85: GIAPPONE 8’43″72

Lista dei records mondiali femminili migliorarti: 

400mt.-W70: 1’16″63 Anne STOBAUS (Aus) (06/07/1941)
400mt.-W85: 2’07″79 Patricia PETERSON (Usa) (14/04/1926)
2.000 siepi-W40: 6’49″58 Lisa RYAN (Usa) (06/11/1969)
2.000 siepi-W45: 6’58″89 Lisa VALLE (Usa) (09/04/1966)
2.000 siepi-W75: 11’40″62 Anne MARTIN (Gbr) (09/01/1936)
300 ostacoli-W65: 54″06 Marge ALLISON (Aus) (13/09/1944)
200 ostacoli-W75: 41″71 Barbara JORDAN (Usa) (27/10/1935)
ASTA-W85:1,25 Johnnye VALIEN (Usa) (24/07/1925)
M.M.C.-W50: 18,76 Oneithea LEWIS (Usa) (11/06/1960) 
PENTALANCI-W80: 4.788 Rachel HANSSENS (Bel) (06/04/1929)
EPTATHLON-W50: 6.202 Marie KAY (Aus) (18/01/1960)
EPTATHLON-W70: 5.352 Erica SAUER (Ger) (12/01/1940)
4×100-W45: AUSTRALIA 48″92
4×100-W75: U.S.A. 1’10″19
4×400-W45: AUSTRALIA 4’01″22 
4×400-W60: AUSTRALIA 4’55″53

Il neozelandese Ron ROBERTSON (03/06/1941) è stato a dir poco superlativo abbattendo ben tre record mondiali, anzi quattro: nei 1500 mt. con 4’52″95 ha tolto 4″70 a quello precedente; nei 5.000mt. con 18’15″53 meglio di 17″85; nei 2.000 siepi con 7’10″03 lo ha demolito di 50″80 (!!), ma soprattutto ha fatto meglio anche del suo stesso record mondiale della categoria M65 che era di 7’18″10 !!! ROBERTSON non è certo un marziano piovuto inaspettato dal cielo. Al suo attivo ha numerosi titoli mondiali nonché record mondiali di categoria, specie nelle siepi. Il suo primo titolo mondiale risale al 1985 nell’edizione di Roma sui 3.000 siepi M40. Prima di Sacramento deteneva i record mondiali dei 3.000 siepi M55 con 9’55″05, dei 2.000 siepi M60 con 6’30″21 e M65 con 7’18″10; dei 1.500 mt. M55 con 4’12″5m e superato proprio a Sacramento dall’australiano Keith BATEMAN con 4’12″35. Insomma era già un atleta mito nella storia dell’atletica master. Sembrava però avesse imboccato la strada del tramonto e del ritiro, perché negli ultimi anni non aveva praticamente gareggiato. Evidentemente ha applicato una terapia conservativa per riemergere da 70enne (li ha compiuti lo scorso 3 giugno), forse mai forse come in passato in una teorica proporzione con i suoi precedenti eplòits. ROBERTSON a Sacramento ha colto quattro titoli perché alle tre gare già citate a suon di record ha aggiunto quella del cross-country. Il neozelandese in questo modo ha rubato la scena a quello che nelle previsioni sembrava potesse diventare l’atleta simbolo della manifestazione e cioè l’80enne Ed WHITLOCK; che in effetti è rimasto solo un gradino al sotto di ROBERTSON. Il fondista canadese, già protagonista a suon di straordinari records mondiali di categoria nei mesi scorsi, a Sacramento s’è impossessato dei titoli su 1.500, 5.000 e 10.000 metri con i nuovi records mondiali di 5’48″93 sulla distanza più corta (precedente 5’54″5m) e 42’39″95 su quella più lunga che già deteneva con 42’59″16.    

Sempre dall’Oceania viene la master in assoluto da copertina di Sacramento 2011, l’australiana Marie KAY, a cui per altro  nelle edizioni 2007 e 2009 molti erano propensi ad assegnare il virtuale titolo di Miss Campionati Mondiali. Questa volta il suo maggior merito è stato quello di portare il record mondiale W50 dell’eptathlon al ragguardevole totale di 6.202 punti, precedente 6.008 punti della fortissima svizzera Christine MUELLER. L’australiana ha vinto l’eptathlon, i 300 ostacoli, al salto in lungo e la 4×400 (W45). Altra protagonista assoluta nelle gare californiane, ma riteniamo un di sotto della KAY, è stata l’eroina di casa la statunitense pari categoria Joy UPSHOW  vincitrice dei titoli su 100 e 200 metri, 80 ostacoli, 4×100. Le due si sono confrontate nel salto il lungo dove l’australiana ha vinto con 5,24mt. contro 5,15mt. dell’avversaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *