VERSO DAEGU 2011:LA SELEZIONE TEDESCA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Federazione Tedesca di Atletica Leggera ha diramato ieri la lista, per alcuni nominati ancora provvisoria, degli atleti selezionati per i prossimi mondiali che si svolgeranno a Daegu (Corea del Sud) dal 27 agosto al 4 settembre prossimi.

In una conferenza stampa il direttore tecnico Thomas Kurschilgen ha svelato i nomi resi ufficiali subito dopo la conclusione dei campionati nazionali che si sono svolti a Kassel la settimana scorsa. Compaiono nell’elenco gli atleti provvisti del “minimo A”, mentre per quelli prescelti con il “minimo B” potrebbe essere richiesta ancora una prova d’efficienza. Potrebbero essere ancora selezionati atleti che di qui al 14 agosto, centrassero una prestazione convincente (in particolare nel meeting di Mannheim del 13 agosto), ricordando che il termine ultimo per le iscrizioni voluto dalla Iaaf scade il 15 agosto.

Kurschilgen si è detto fiducioso e, visti i risultati stagionali e le gare dei campionati nazionali, convinto di avere allestito un team dotato di un grande potenziale atletico per poter competere con risultati all’altezza della tradizione tedesca. La convinzione di ottenere un buon numero di finalisti, che danno il polso della salute atletica di un movimento e di medaglie è data anche dall’incoraggiante presenza di svariati atleti/e nelle prime posizioni delle classifiche mondiali stagionali. Il direttore tecnico ha anche parlato anche di una questione spinosa riguardante la marciatrice Sabine Zimmer-Krantz, che ha ottenuto il minimo di partecipazione in una gara disputata ad Erfurt nel giugno scorso, ma non riconosciuta dalla Iaaf. Infatti,  benchè tale gara rispettasse tutti gli standard richiesti dalla Federazione Internazionale, la richiesta di certificazione venne inoltrata fuori tempo massimo, cioè oltre il 31 dicembre 2010. Kurschilgen ha detto che una decisione definitiva non è stata ancora adottata, anche se le possibilità di una conclusione positiva non sono moltissime.

Uno degli obiettivi dichiarati dalla Federazione, anche in vista dei Giochi Olimpici del prossimo anno, è continuare il processo di integrazione fra gli atleti di vertice ed i giovani che si sono messi in luce nelle varie rassegne di categoria, inserendo con continuità nomi nuovi, in un processo di inevitabile ricambio generazionale. L’età media degli atleti,che gareggeranno fra un mese è di 26 anni, mentre la veterana in assoluto è la pesista Nadine Kleinert (36 anni).

Ecco,dunque,l’elenco  (da confermare gli atleti con l’asterisco):

Uomini: 1500mt/Carsten Schlangen(*) – 400hs/Georg Fleischhauer(*) – 3000siepi/Steffen Uliczka(*) – 20kmmamrcia/Christopher Linke – 50kmmarcia/Christopher Linke, Andrè Hohne – Alto/Raul Spank, Eike Onnen(*) – Asta/Malte Mohr, Raphael Holzdeppe – Lungo/Christian Reif, Sebastian Bayer(*) – Peso/David Storl, Marco Schmidt, Ralf Bartels(*) – Disco/Robert Harting, Markus Munch, Martin Wierig – Martello/Markus Esser – Giavellotto/Matthias De Zordo, Mark Frank, Till Voeschler(*) – Decathlon/Jan Felix Knobel, Rico Freimuth, Pascal Behrenbruch – Staffetta 4×100/Tobias Unger, Christian Blum, Marius Broening, Robin Erewa, Sebastian Ernst – Staffetta 4×400/Thomas Schneider, Jonas Plass, Eric Kruger, David Gollnow

Donne: 100/Yasmin Kwadwo – 100hs/Cindy Roleder(*) – 3000siepi/Jana Sussmann – 20km marcia/Sabine Krantz, Melanie Seeger – Asta/Martina Strutz, Silke Spiegelburg, Kristina Gadschiew – Lungo/Bianca Kappler, Sosthene Moguenara(*) – Triplo/Katya Demut – Peso/Nadine Kleinert, Christina Schwanitz, Josephine Terlecki(*) – Disco/Nadine Mueller – Martello/Betty Heidler, Kathrin Klaas – Giavellotto/Christine Obergfoell, Katarina Molitor – Eptathlon/Jennifer Oeser, Lilli Schwarzkopf, Julia Matchig – Staffetta 4×100/Yasmin Kwadwo, Cathleen Tschirch, Leena Guenther, Anne Mollinger, Marion Wagner, Christina Haack – Staffetta 4×400/Janin Lindenberg, Esther Cremer, Claudia Hoffmann, Lena Schmidt

Vale la pena di ricordare che nell’ultima edizione dei mondiali (Berlino2009) la Germania conquistò 9 medaglie, due delle quali d’oro: nel lancio del disco maschile con Robert Harting, vincente all’ultimo lancio, in gara con buone probabilità di ripetersi e nel lancio del giavellotto femminile con Steffi Nerius, che proprio a Berlino concluse la sua carriera.

Fonte: leichtathletik.de
Fonte foto: Erik van Leeuwen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *