PROVE MULTIPLE, MOTTADELLI E TREVISAN SUL TRONO TRICOLORE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Campionati italiani di prove multiple a Formia, campo di partecipanti al solito di consistenza numerica poco elevata per una delle specialità in cui da sempre l’Italia è più in difficoltà. 19 il totale atleti in gara, quasi equamente divisi tra decathlon, dieci, ed eptathlon, nove.

 

Tra gli uomini si registra subito la notizia dell’assenza del favorito della vigilia, William Frullani, campione italiano in carica nonché reduce da prove discrete in campo europeo.

La sfida si apre così ad ogni pronostico, e incerta rimane fino alla fine dato che al termine della prima giornata sono tre gli atleti praticamente appaiati intorno a quota 3800. Nelle ultime cinque prove però arriva il poderoso rush finale di Paolo Mottadelli, che si aggiudica i 110hs e l’asta ed infligge distacchi abissali ai concorrenti diretti in disco (42.59) e giavellotto (51.67), laureandosi così nuovo campione italiano con 7250 punti. Dietro di lui Lanthaler a 6949, seguono a pochi punti Ribolzi, in testa dopo la prima giornata ma non a suo agio nei lanci, e Simionato.

Campionessa in carica assente pure tra le donne, dato che Francesca Doveri è impegnata nella preparazione per i Mondiali di Daegu. Ne approfitta così per tornare alla vittoria Elisa Trevisan, che centra il suo quarto successo personale chiudendo alla quota di 5649. La veneta rimane nettamente in testa alla competizione dall’inizio alla fine, accumulando un buon vantaggio imponendosi in 200 (25.25), 100hs (14.11) e getto del peso e rendendolo incolmabile nella seconda giornata grazie alla vittoria nel lungo. Dietro di lei bel duello per il secondo posto tra Cecilia Ricali (5504 punti) e Sara Tani (5457), con la prima che sopravanza l’avversaria solo negli 800 metri finali, vinti in 2.14.49.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *