DAEGU 2011: LA MARCIA SUI 50KM PARLA ANCORA RUSSO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con un oro e argento per Bakulin e Nizhegorodov nella 50km maschile si consolida ulteriormente lo strapotere russo nella specialità della marcia. Completa il podio l’australiano Tallent.

Impressionante la Russia in tutta la specialità di marcia. In questi mondiali, il duo vincitore della 50 va ad aggiungersi a quello della 20km maschile (Borchin e Kanaykin, sempre oro e argento) e a quello della 20 femminile con Kaniskina (oro) e Kirdyapkina (bronzo).

Per l’Italia prestazioni più che soddisfacenti per le due fiamme gialle, De Luca e Nkouloukidi rispettivamente dodicesimo col primato stagionale e sedicesimo col nuovo record personale a 3h52’35.

La gara parte su ritmi medio alti col francese Diniz subito all’attacco ma nessuno vuol far fuggire via il campione europeo in carica e così Deakes e Bakulin lo controllano da poco lontano. Ma la gara di Diniz finisce presto a causa della squalifica da parte dei giudici, lasciando così campo libero agli atleti dietro di lui. Deakes prova allora ad andarsene cercando di tenere dietro Bakulin e il successivo gruppetto degli inseguitori. Tiene bene fino a circa il trentesimo chilometro riuscendo a distaccare Bakulin di qualche secondo e il gruppo inseguitore di oltre due minuti. Ma la cinquanta è gara lunga con molti potenziali imprevisti e infatti l’australiano deve pagare in termini di velocità un problema muscolare che lo riporta nel mirino del russo Bakulin. Già al trentacinquesimo chilometro Deakes è nel gruppo con Nizhegorodov, il connazionale Tallent e il cinese Si con un ritardo di oltre due minuti dal nuovo leader della gara. L’ultimo colpo di scena è il ritiro di Deakes prima del chilometro 40. Negli ultimi 10 si fa sotto Nizhegorodov che va a prendere Tallent mentre il cinese Si, uscito dal gruppo inseguitore oramai sfilacciato va ad occupare la quarta piazza.

La gara finisce in 3h41’24 con la vittoria di Sergey Bakulin davanti al connazionale Nizhegorodov (3’42’45) e all’australiano Jared Tallent (3h43’36) che precede il cinese Si di circa un minuto. Da rilevare l’enorme quantità di atleti asiatici in gara e all’arrivo; nei primi 10, troviamo ben 6 atleti di Cina, Giappone e Corea!

Per chiudere, come nota curiosa, segnaliamo anche la presenza in gara (ma non all’arrivo) del russo Sergey Kirdyapkin marito dell’atleta giunta terza nella gara di 20km femminile…Chissà di cosa si parla in casa loro!

Cliccare qui per i risultati completi.

Clicca qui per il video delle fasi finali di gara 

foto tratta dal sito marciaitaliana.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *