UNDER 23 HASSANE FOFANA UN FULMINE A CIEL SERENO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Modena ha ospitato, dopo il 2010, anche questa edizione dei campionati italiani under 23.

Un campionato forse tra i più sentiti nel movimento, poiché segna il passaggio dal settore giovanile a quello assoluto, con atleti che danno bella mostra di se, fatto dell’atletica più bella senza fronzoli, composta di decine di ragazzi con i volti dipinti pronti a darsi battaglia per difendere i propri colori sociali.

Tra questi Hassane Fofana dell’Atletica Bergamo 1959 Creberg, un’autentica palla di cannone nello scagliarsi verso il traguardo, vincitore con il crono di 14″29 nei 110 hs, staccando nettamente i suoi diretti inseguitori, Davide Malpighi, Fratellanza 1874 secondo con 15″03 e Stefano Combi Atletica  Virtus Lucca 15″23. Purtroppo nella stessa gara ha destato scalpore il 7° posto di Ivan Mach di Palmstein lontano dagli standard con cui ci aveva abituati con 16″12. I 400 metri piani sono andati all’atleta di origini ghanesi, Elijah Mensh Boampong vincitore con il tempo di 48″12, che è riuscito ad avere la meglio su Paolo Danesini (Atl Cento Torri Pavia) 48″43 e Alessandro Orsi (Atl Virtus Lucca) 48″85.

Tra le donne ha vinto con estrema facilità nei 3000 siepi, Giulia Martinelli, in gara a Modena per il suo sodalizio di appartenenza civile, Atl. Studentesca CA.RI.RI, ma portacolori della Forestale. Una vera perla per l’atletica italiana in quanto già in possesso del minimo A per Londra 2012. A Modena Martinelli ha vinto con il crono di tutto riposo di 10’09″48, quasi doppiando tutte le sue inseguitrici, tra queste; Martina Merlo (Cus Torino ) 10’58″42 e Camille Marchese (Asd Audacia Record Atletica) 11’10″06.
Giulia_Martinelli
 

100 donne a Martina Amidei 11″85 (Cus Torino) segue a nove centesimi Anna Bongiorni 11″94 (Cus Pisa Atl) terza Michela D’Angelo (Camelot) 12″06. Interessante gara nei 1500 metri femminili vinti da Gloria Tessaro (Atl Vicentina) con il tempo di 4’35″85, seguita a distanza da Miriam Bazzicalupo (Cus Pisa Atl) 4’36″88.

Giulia Pennella, Audacia Record Atletica, nei 100 ostacoli fa il vuoto vincendo con il crono di 13″68, questo mentre nella pedana del salto in alto Chiara Vitobello è andata a vincere la gara con la misura di 1 metro e 76 mettendo alle sue spalle l’atleta di origini ucraine Dariya Derkach (Audacia record Atl) con 1 metro e 70. Infine triplo donne a Cecilia Pacchetti con 12 metri e 57. nelle staffette, nella 4×100, qualche ritiro e qualche squalifica eccellente tra gli uomini; la vittoria è andata alla formazione della Virtus Lucca andata a vincere con Stefano Combi, Jorg Kalugamage, Marco Rizzo e Vezio Bianchi con 41″75; mentre tra le donne la vittoria ha arriso all’ Asd Audacia Record Atletica con Oriana De Fazio, Giulia Pennella, Teresa Di Loreto e Ilenia Draisci con 47″21.

Nelle Foto l’arrivo di Hassane Fofana nei 110 hs e un passaggio di Giulia Martinelli nei 3000 siepi. Foto Gino Esposito per Atleticanet 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *