BAGGIOLINI E GRAZIANO MASTER DEL 2011 IN ITALIA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Per il 6° anno consecutivo ATLETICANET e la rivista CORRERE hanno condotto un sondaggio per attribuire il riconoscimento di MASTER dell’ANNO in Italia. S’è fatto ricorso a un panel di 57 votanti selezionati, a cui sono state sottoposte le liste con 10 nominativi candidati uomini e 10 nominativi donne. Al termine della procedura di votazione sono risultati preferiti come MASTER del 2011 Mauro GRAZIANO tra gli uomini ed Emanuela BAGGIOLINI tra le donne. Il velocista piemontese 45enne ha prevalso per soli 5 voti sul marciatore bergamasco 60enne Graziano MOROTTI, poi terzo per voti l’highlander marchigiano 95enne Giuseppe OTTAVIANI. La varesina 39enne ha prevalso invece con un punteggio praticamente plebiscitario (102 punti), lasciando nettamente distanziate Emma MAZZENGA (2° con 62 punti) e Carla FORCELLINI (3° con 39 punti), quest’ultima la vincitrice dello scorso anno.

Mauro GRAZIANO (22/01/1966) si può dire abbia compiuto l’impresa dell’anno, andando a vincere a sorpresa il titolo dei 100 metri M45 ai Campionati Mondiali di Sacramento. In quella gara è partito in netto ritardo dai blocchi, poi con una fase lanciata straordinaria ha annichilito gli atleti americani che vantavano ben altri curricula. Alla Carl Lewis! L’astigiano in gioventù è stato un apprezzabile velocista con tempi di 10”78 sui 100 metri (anche 10”2 manuale ventoso) e 21”52 sui 200 metri. Lo si potrebbe definire un atleta interessante da C.D.S. assoluto. Ha interrotto l’attività agonistica una prima volta nel periodo 1993-97, per assumere l’impegno di presidente del comitato provinciale astigiano. E’ tornato alle gare da atleta assoluto nel 1998-99. Quindi altra sosta fino al 2004 quando è entrato nel giro dell’atletica master. GRAZIANO fa parte dell’Atletica Vittorio Alfieri Asti, un gruppo di amici con legami molto solidi, con cui è cresciuto fin dall’adolescenza in pista e fuori. La sua prima soddisfazione internazionale era arrivata nel 2007 con il titolo mondiale M40 della staffetta 4×100, bissato nel 2009 ai Mondiali di Lahti. Nel 2008, sempre con la 4×100 M40, ha vinto il titolo europeo. Quest’anno a Sacramento GRAZIANO non s’è limitato solo all’oro dei 100 metri M45, ma ha portato a casa anche le medaglie d’argento dei 200 metri, 4×100 e 4×400; ovvero medaglie nelle gare più competitive, nella categoria probabilmente più competitiva del mondo master. Queste sono le ragioni che lo hanno fatto preferire su tutti gli altri atleti master italiani in questo 2011.

Il risultato MASCHILE completo della votazione:

1° – pt.84 Mauro GRAZIANO

2° – pt.79 Graziano MOROTTI

3° – pt.49 Giuseppe OTTAVIANI

4° – pt.28 Luciano ACQUARONE

5° – pt.24 Antonio ROSSI

6° – pt.23 Nicola VIZZONI

7° – pt.22 Fabrizio DONATO

8° – pt.20 Vincenzo FELICETTI

9° – pt.8 Laurent OTTOZ

10° – pt.5 Enrico SARACENI
 

Emanuela BAGGIOLINI (10/06/1972) nel 2011 è stata innanzitutto l’atleta in età master ad aver disputato il maggior numero di gare, oltre 40 dalle indoor in poi, sia master che assolute. Per lei è appropriato dire che s’è trattato di un anno d’oro, cominciando con i Campionati Europei Indoor Master dove ha vinto da W35 i 400mt. e la staffetta 4×200 (anche 2° negli 800mt.); per arrivare ai Campionati Mondiali di Sacramento dove ha conquistato i titoli di 400mt., 800mt. e 400 ostacoli; più gli argenti di 4×100 e 4×400. Inoltre a 39anni s’è piazzata 4° ai Campionati Italiani Assoluti nei 400 ostacoli con il tempo di 59”61, nuovo eccezionale record italiano MF35. Vanta primati personali di: 100m 12”57, 200m 25”60, 400m 55”60, 800m 2’06”94, 1500m 4’38”54, 100hs 15”16, 400hs, 57”74 (2001, 14° italiana alltime). La varesina è stata in gioventù quello che si dice un’atleta di belle speranze: campionessa italiana allieva dei 400 ostacoli nel 1988; poi campionessa juniores della specialità nel 1990 e 1991. Ha disputato anche i Campionati Mondiali Juniores nel 1990, vantando 4 presenze in nazionali giovanili. Poi la iattura arrivata nel 1993: un maledetto incidente in palestra che l’ha fermata negli anni in cui avrebbe potuto aspirare a grandi cose. E’ tornata all’agonismo nel 1999 con un lungo sostegno metallico infilato in una tibia, che ancora le fa compagnia. Tuttavia un inguaribile amore per l’atletica e una grande determinazione l’hanno spinta a riprovarci. Così è arrivata al suo primato personale dei 400 ostacoli di 57”74 nel 2001 e alla nazionale assoluta nel 2003. Allo scoccare dei 35 anni c’è stato il suo ingresso nelle manifestazioni master, pur rimanendo tesserata senior (ora per il Cus Cagliari), dove ha vinto prima di quest’anno come W35: nel 2007 ai Mondiali i 400hs; nel 2008 agli Europei i 400hs e la 4×400; nel 2009 agli Euroindoor 400mt, 800mt e la 4×200; nel 2010 agli Europei 400hs e 4×400. Tirando le somme il riconoscimento per lei di Master del 2011 in Italia è più che meritato. Si può affermare che la BAGGIOLINI è diventata una tra atlete più rappresentative dell’atletica master italiana.

Il risultato FEMMINILE completo della votazione:

1° – pt.102 Emanuela BAGGIOLINI

2° – pt.62 Emma MAZZENGA

3° – pt.39 Carla FORCELLINI

4° – pt.35 Gabre GABRIC

5° – pt.25 Elisabetta ARTUSO

6° – pt.24 Francesca JURI

7° – pt.19 Flavia BORGONOVO

8° – pt.17 Maria MANCHIA

9° – pt.10 Denise NEUMANN

10° – pt.9 Erika NIEDERMAYR

 

La giuria dei 57 votanti: AMERIO Roberto, AMICI Giuliana, BARCELLA Edgardo, BELLANTONI Michelangelo, BIFFI Daniele, BIGNAMI Tiziana, BUIATTI Lucio, CACCHIARELLI Diego, CASSAI Luca, CIPRIANI Alessandro, CLEMENTONI Massimo, CORBELLI Werter, DE CARLI Mauro, DE FEO Francesco, DEZI Bruno, DI NATALE Giuseppe, FASOLATO Filippo, FORNESI Ferido, FRACCHIA Giorgio, GARIBOLDI Vittoriana, GIANOLI Rezio, GRANATA Michelangelo, GUARINO Francesco, IOTTI Umberto, LANZINER Edmund, LOCATI Lorenzo, LOLLI Gianni, LONGO Mario, MAINO Antonio, MARCHI Rosa, MENARINI Daniele, MENEGAZZI Adriano, MONTARULI Antonio, NICOLOSI Bruno, ONOFRI Francesco, PAGANI Daniele, PALLICA Gustavo, PERONI Frederic, PETRUCCI Claudio, PICONESE Tiziana, PIZZI Franco, PRAMPOLINI Natale, QUILICI Fabio, RADO Carmelo, RAGNETTI Francesca, REDOLFI Matteo, ROMANO Aronne, ROSSI Galdino, RIZZOLI Giorgio, ROMOLI Paolo, RUZZIER Fabio, SAVINO Vittorio, SEGATEL Marco, TAMARO Tristano, TIFI Alessandro, ZANELLI Alberto, ZANNI Rossella.


ALBO d’ORO MASCHILE

MASTER 2006

1° Luciano ACQUARONE

2° Stefano BALDINI

3° Enrico SARACENI

MASTER 2007

1° Mario LONGO

2° Enrico SARACENI

3° Marco SEGATEL

MASTER 2008

1° Carmelo RADO

2° Enrico SARACENI

3° Marco SEGATEL

MASTER 2009

1° Ugo SANSONETTI

2° Vincenzo FELICETTI

3° Mario LONGO

MASTER 2010

1° Luciano ACQUARONE

2° Nicola VIZZONI

3° Ugo SANSONETTI

MASTER 2011

1° Mauro GRAZIANO

2° Graziano MOROTTI

3° Giuseppe OTTAVIANI

 

ALBO d’ORO FEMMINILE

MASTER 2006

1° Waltraud EGGER

2° Emma MAZZENGA

3° Milena MEGLI

MASTER 2007

1° Waltraud EGGER

2° Barbara FERRARINI

3° Milena MEGLI

MASTER 2008

1° Emma MAZZENGA

2° Gabre GABRIC

3° Tiziana BIGNAMI

MASTER 2009

1° Emma MAZZENGA

2° Brunella DEL GIUDICE

3° Gabre GABRIC

MASTER 2010

1° Carla FORCELLINI

2° Waltraud EGGER

3° Gabre GABRIC

MASTER 2011

1° Emanuela BAGGIOLINI

2° Emma MAZZENGA

3° Carla FORCELLINI

  

Le schede dei candidati/e

UOMINI

Luciano ACQUARONE (1930-M80)

La sua è stata un’annata segnata soprattutto dai numerosi records “ad età compiuta”, mondiali, europei e italiani (indoor e outdoor). E’ stato vittima, per così dire, del marziano canadese Ed Whitlock suo coetaneo (il vero Atleta dell’Anno a livello mondiale) che gli ha tolto la soddisfazione di impossessarsi di vari altri records mondiali M80. Ha partecipato solo ai Campionati Europei Non-Stadia, vincendo il titolo della corsa su strada 10 km.

Fabrizio DONATO (1976-M35)

Per alcuni non è un atleta master. Questo premio però fa riferimento a qualsiasi atleta over-35. Nella stagione indoor è stato superlativo con il 2° posto ai Campionati Europei Indoor con la prodigiosa misura di 17,73mt. (4° posizione dell’anno 2011 nel ranking mondiale). Durante la stagione outdoor non s’è ripetuto allo stesso livello; e tuttavia a 35 anni saltare 17,17mt. ed essere 10° ai Campionati Mondiali non è cosa da tutti. Nella stagione indoor ha anche saltato in lungo 8,03mt.

Vincenzo FELICETTI (1949-M60)

Pure quest’anno s’è dimostrato uno dei punti di forza del nostro movimento master conquistando ai Campionati Europei Indoor i titoli di categoria dei 200 e 400mt. e della staffetta 4×200. Ai Campionati Mondiali di Sacramento, con una concorrenza particolarmente agguerrita, è stato capace del 2° posto nei 400mt. e del 3° nei 200mt.

Mauro GRAZIANO (1966-M45)

E’ stata la più grossa sorpresa italiana ai Campionati Mondiali di Sacramento! S’è imposto nella prestigiosa gara dei 100 metri M45, in una strabiliante sfida tra velocisti U.S.A. vs Italia. In aggiunta ha fatto sue altre tre medaglie d’argento su 200mt, staffetta 4×100 e 4×400. Ai Campionati Italiani Indoor era stato battuto da Longo sui 60mt., ma aveva battuto Saraceni sui 200mt.

Graziano MOROTTI (1951-M60)

E’ partito subito forte nella stagione indoor stabilendo per due volte il record mondiale M60 dei 3.000 metri di marcia; la seconda volta vincendo il titolo europeo al coperto; a cui ha aggiunto quello dei 5 km. su strada. Poi ai Campionati Mondiali Stadia ha vinto il titolo dei 10.000mt. su pista ed è stato 2° nella gara dei 20 km. su strada. All’aperto ha stabilito: il record mondiale dei 3.000mt. su pista, i records europei dei 5.000 e 10.000mt. su pista; quello italiano dei 20 km. su strada.

Giuseppe OTTAVIANI (1916-M95)

E’ il nuovo highlinder dell’atletica master italiana ed ha sostituito Vittorio Colò e Mario Riboni nell’esplorazione di nuovi confini atletici. Nel corso dell’anno s’è impossessato delle migliori prestazioni mondiali M95 del salto in lungo e triplo; di quelle europee del disco e del pentathlon lanci. Con la nuova stagione indoor avraà modo di allungare la sua lista dei records in questa categoria.

Laurent OTTOZ (1970-M40)

Merita un posto in questo consesso di atleti masters per un solo fatto atletico realizzato nel corso dell’anno, di alto valore simbolico oltrechè tecnico: ha cancellato il più antico record italiano master esistente, quello di Luigi Facelli sui 400 ostacoli M40, risalente al 1938, una specie di “anno zero” dell’atletica master italiana.

Antonio ROSSI (1950-M60)

Il perugino ha avuto la pazienza di far maturare il momento giusto e, dopo una serie di 11 titoli consecutivi indoor sui 60 metri (in sequenza nelle varie categorie), ha coronato un sogno vincendo quello europeo indoor con il nuovo record italiano sulla distanza. Agli Euroindoor ha fatto poi parte della staffetta 4×200 vincitrice del titolo M60. All’aperto, prima di infortunarsi, ha stabilito il record italiano di categoria dei 100mt. con 12”45.

Enrico SARACENI (1964-M45)

Per lui questo è stato un altro anno maledetto, perché frenato e limitato dagli infortuni. Tuttavia chiude con il bilancio di 3 titoli europei indoor su 200mt, 400mt, più quello della staffetta 4×200. Tutt’altro che poco.

Nicola VIZZONI (1973-SM/M35)

Anche lui come Fabrizio Donato va considerato in quanto over-35; quindi appropriatamente appare in questa lista di merito. E’ stato capace, sulla strada dei 38 anni, di lanciare nuovamente il martello oltre la soglia degli 80 metri (80,29mt., 7° nelle graduatorie mondiale del 2011). Gli è mancato l’acuto da medaglia ai Campionati Mondiali dov’è comunque finito all’8°posto. Lo scorso anno era stato 2° ai Campionati Europei.

 

DONNE

Elisabetta ARTUSO (1974-SF/F35)

A 37 anni la toscana ha vissuto una seconda giovinezza vincendo il titolo italiano assoluto degli 800 metri sia indoor che all’aperto. Non ci sono precedenti di mezzofondiste nella storia dell’atletica italiana che alla stessa età abbiano fatto altrettanto. Per di più ha migliorato con grandi tempi il record indoor con 2’05”99 e quello outdoor con 2’03”64 della categoria MF35.

Emanuela BAGGIOLINI (1972-SF/F35)

Per lei è appropriato dire che è stato un anno d’oro, cominciando con i Campionati Europei Indoor Master dove ha vinto da W35 i 400mt. e la staffetta 4×200 (e 2° negli 800mt.); per arrivare ai Campionati Mondiali di Sacramento dove ha conquistato i titoli di 400mt., 800mt. e 400 ostacoli (e gli argenti di 4×100 e 4×400). A 39anni è stata 4° ai Campionati Italiani Assoluti nei 400 ostacoli con il tempo di 59”61, nuovo record italiano MF35.

Flavia BORGONOVO (1973-SF/F35)

Da alcuni anni frequenta il mondo master (pur rimanendo tesserata senior-assoluta) dove ha trovato spazio per conquistare titoli e medaglie nei campionati internazionali. Quest’anno agli Euroindoor ha vinto il salto triplo e l’argento nel lungo delle W35. Ai Campionati Mondiali di Sacramento ha conquistato il titolo del salto triplo e gli argenti di lungo, 4×100 e 4×400.

Carla FORCELLINI (1959-SF/F50)

Ancora una volta s’è dimostrata un’atleta eroica, più forte delle disavventure. A febbraio in una gara indoor di salto con l’asta ha subito un infortunio, rischiando di perdere l’uso di un occhio. I medici le avevano consigliato di abbandonare certe attività fisiche, tanto più se agonistiche. Invece con la sua caparbietà ha voluto ricominciare dopo pochi mesi partecipando ai Mondiali a Sacramento, dove ha vinto il titolo mondiale outdoor W50, il terzo outdoor della sua carriera in tre categorie diverse.

Gabre GABRIC (1917-F95)

Ha iniziato l’anno con qualche problema di salute, poi superato, che però le ha impedito alla sua età di partecipare ai Campionati Europei Indoor ed anche a quelli Mondiali in California. Ha comunque lasciato la sua impronta grazie ai records europei W95 del martello, martellone e pentathlon lanci, unica in questo senso in Italia nel 2011.

Francesca JURI (1961-F50)

Con l’ingresso tra le over-50 sono arrivate per lei soddisfazioni mai conosciute finora, il premio per la sua costanza e l’attaccamento all’atletica leggera. Ha vinto il titolo W50 nel salto in alto ai Campionati Europei Indoor e la medaglia d’argento nel salto triplo, proiettandosi oltre la barriera dei 10 metri (10,10). All’aperto ha portato il record italiano MF50 del salto in alto a 1,45.

Maria MANCHIA (1974-SF/F35)

Atleta tesserata senior-assoluta ai più misconosciuta, ha toccato il Paradiso a Sacramento da dove è tornata con i titoli mondiali W35 dei 5.000 e 10.000 metri e del cross; più il bronzo nei 3.000 siepi. E come si dice, i titoli restano…

Emma MAZZENGA (1933-F75)

A 78 anni continua ad essere la nostra atleta più presente e medagliata nelle manifestazioni internazionali. Ha vinto ben 3 titoli ai Campionati Europei Indoor (60, 200 e 400 metri), più una medaglia d’argento (staffetta 4×200 W60). Ai Campionati Mondiali di Sacramento ha conquistato il suo primo titolo mondiale outdoor, quello dei 400 metri. Nel 2011 non ha stabilito nuovi records ufficiali, ma varie nuove age-records mondiali W77 e W78.

Denise NEUMANN (1971-F40)

Il suo ingresso nella categoria W40 è stato esaltante e di colpo è diventata una master importante. Ai Campionati Europei Indoor è arrivata 2° nei 60 metri e ha fatto parte della staffetta W35 vincitrice del titolo. Non ha partecipato ai Campionati Mondiali, però ha ritoccato più volte il record italiano MF40 dei 100 metri fino a portarlo a 12”73 (inoltre ha corso in 12”47 ventoso).

Erika NIEDERMAYR (1961-F50)

Questa madre di tre figli la si vede poco nelle gare masters. Però ha trovato tempo e modo di esserci ai Campionati Italiani di Cosenza dove ha piazzato due grandi prestazioni, contribuendo ad allargare di molto l’orizzonte italiano di quelle specialità: 12”93 negli 80 ostacoli e soprattutto 50”99 nei 300 ostacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *