MONDIALI INDOOR MASTER: GIORNATE 1 E 2

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Nelle prime due giornate dei Campionati Mondiali Indoor Master il medagliere italiano ha contabilizzato 2 titoli mondiali, 4 argenti e 4 bronzi. L’oro è stato messo al collo dal supermaster trentino Bruno BAGGIA che s’è imposto con largo margine cronometrico nel cross degli M75. La prestazione più pregiata è sta però quella della lombarda Barbara MARTINELLI al suo esordio in una manifestazione master internazionale che ha stradominato la finale W45 degli 800 metri. Per il resto i quattro argenti sono stati conquistati tutti da donne, Paola TISELLI negli 800mt. W35 e da tre marciatrici nella prova dei 3.000 metri. Mentre il poker di medaglie di bronzo sono venute dalle finali dei 60 metri grazie a Paolo CHIAPPERINI (M40), Massimo CLEMENTONI (M50), Antonio ROSSI (M60) e Denise NEUMANN (W40).

 


Il Medagliere Italiano (provvisorio)

ORO

Cross-M75: Bruno BAGGIA

800mt.-W45: Barbara MARTINELLI 2’23”75

ARGENTO

800mt.-W35: Paola TISELLI 2’20″35

3000mt.Marcia-W35: Katia TOIA 17’47”92

3000mt.Marcia-W40: Roberta MOMBELLI 16’48”50

3000mt.Marcia-W55: Natalia MARCENCO 16’42”58 

BRONZO

60mt.-M40: Paolo CHIAPPERINI 7”23

60mt.-M50: Massimo CLEMENTONI 7”64

60mt.-M60: Antonio ROSSI 7”96

60mt.-W40: Denise NEUMANN 8”14

 

La seconda giornata è stata contraddistinta dalle finali sulla prova regina delle gare indoor, quella dei 60 metri. La prima annotazione (negativa) è sul magro bilancio degli azzurri che si trovano a rimpiangere le latre edizioni che dove titoli e medaglie erano fioccati in quantità. Con una visione internazionale invece vanno sottolineate le grandi prestazioni ottenute da alcuni velocisti con relativi primati mondiali di categoria, ben 7. Su tutti spicca il tempo di 7”59 del ben conosciuto statunitense Bill COLLINS (al centro nella foto, con Antonio Rossi a destra) corso nella finale degli M60. Un gradino sotto come valore il tempo di 7”81 dello slovacco Vladimir VYBOSTOK  tra gli M65. Eppoi sensazionale la tedesca Ingrid MEIER neo W65 che nella finale della sua categoria ha stracciato a tempo record mondiale (8”80) Phil RASKHER (9”36), la star del mondo master U.S.A,


I vincitori delle Finali 60 metri 

M35: 7”00 Pavel HYKL (Cze)

M40: 7”00 Mark DUNWELL (Gbr)

3° Paolo CHIAPPERINI 7”23

8° Gianluca GHIANI 7”48

M45: 7”33 Rohan SAMUEL (Gbr)

M50: 7”49 Pat LOGAN (Gbr)

3° Massimo CLEMENTONI 7”64

5° Marco MORIGI 7”72

M55: 7”57 Harri HUOTARI (Fin)

9° Enzo PROIETTI 7”99

M60: 7”59 Bill COLLINS (Usa) Rec. Mondiale

3° Antonio ROSSI 7”96

M65: 7”81 Vladimir VYBOSTOK (Svk) Rec. Mondiale

M70: 8”40 Guido MUELLER (Ger)

8° Aldo CAMBiAGHI  9”37

M75: 8”56 Robert LIDA (Usa) Rec. Mondiale

M80: 9”98 Jaakko NIEMINEN (Fin)

M85: 11”12 Aatos SAINIO (Fin)

M90: 16”26 Ilmari KOPPINEN (Fin)

 

W35: 7”91 Ellena RUDDOCK (Gbr)

W40: 8”03 Karin STRANZIGER (Ger)

3° Denise NEUMANN 8”14

W45: 8”16 Heike JOERG (Ger)

5° Susanna TELLINI 8”62

W50: 8”33 Marie KAY (Aus)

W55: 8”44 Tilly JACOBS (Ned) Rec. Mondiale

9° Mariuccia QUILLERI 9”78

W60: 9”17 Terhi KOKKONEN (Fin)

W65: 8”80 Ingrid MEIER (Ger) Rec. Mondiale

W70: 10”31 Noreen PARRISH (Aus)

W75: 10”04 Christa BORTIGNON (Can) Rec. Mondiale

W80: 14”53 Ruth HELFENSTEIN (Sui)

W85: non assegnato

W90: 15”86 Olga KOTELKO (Can) Rec. Mondiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *