RECORDS MASTER AI CAMPIONATI ASSOLUTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Nell’edizione dei Campionati Italiani Assoluti Indoor dei tre sfavillanti nuovi record assoluti anche gli over-35 hanno depositato una manciata di nuove prestazioni di categoria, tuttefemminili. Ha cominciato sabato nei 1500 metri la trentina Eleonora BERLANDA (06/04/1976, Fiamme Gialle, nella foto) con una bella performance cronometrica ed agonistica perchè ha agguantato il terzo gradino del podio nel tempo di 4’19”52, ovvero il nuovo record indoor MF35 da lei già detenuto con 4’20”34 e corso nel 2012.
Nella seconda giornata altre tre prestazioni da trascrivere nell’albo dei records master. Nel salto triplo la goriziana Barbara LAH (24/03/1972, Bracco Atletica) ha ritoccato il record italiano indoor delle MF40 saltando alla terza prova 12,97mt. (8° nella classifica finale); primato che già deteneva con 12,66mt. del 28/01/2012. Si potrebbe pensare per altro che si tratti della nuova miglior prestazione mondiale indoor W40, perché nel sito della World Master Athletics risulta ancora titolare l’ungherese Katalin DEK con 12,77mt. del 08/03/2088. Invece quest’anno il 16 febbraio la cubana ora di passaporto britannico Yamilè ALDAMA (14/08/1972) ha saltato al coperto 13,91mt. a Birmingham; misura tra l’altro ben superiore al record delle W40 all’aperto appartenente proprio alla LAH con 13,51mt. conseguito il 26/06/2012 a Chiari.

Nella Finale-B dei 400metri femminili Manuela GENTILI (07/02/1978, C.U.S. Palermo) è arrivata 2° nel tempo di 54”86 e che pertanto va a sostituire il record indoor MF35 della specialità finora detenuto da Carla BARBARINO (1967) capace di 54”88 nel 2002. Per lei è il secondo record master da quando è diventata “over-35”, dopo quello dei 200 metri MF35 con 24”55.

Nei 60 metri femminili era attesa Manuela LEVORATO (16/03/1977, Aeronautica Militare) dopo il suo lusinghiero esordio stagionale, ma la padovana ha rispettato le attese fino alla sua semifinale che ha vinto con 7”41 così eguagliando il suo recente record MF35. Poi è naufragata nella finale (7° con 7”53) che invece sarebbe stata alla sua portata.

 
  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *