MARIO RIBONI OGGI COMPIE 100 ANNI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Erano le ore 13 di venerdì 13 giugno del 1913 e il calendario festeggiava Sant’Antonio da Padova. Però lui nacque meneghino (lo è rimasto per tutta la vita) e la famiglia lo ha chiamato Mario. Per noi che lo conosciamo da master è SUPERMARIO. Quanti di noi gli hanno sentito raccontare le sue storie di vita, sportiva e non?! Ad esempio gli episodi della Campagna di Russia durante la Seconda Guerra Mondiale. Oppure quando s’allenava in pedana a Milano con Adolfo CONSOLINI. O quella volta quando con Vittorio COLO‘ andarono a gareggiare a Napoli nel 1947 e cosa combinarono. E ancora a San Juan di Portorico nel 1983 e nel 2003 per i Campionati Mondiali Masters. Mario è sempre stato un instancabile narratore, potrebbe andare avanti per ore. Chi lo conosce sa che è semplicemente una persona amabile e buona; ironico e autoironico. In più RIBONI per l’atletica master rappresenta uno dei padri fondatori, perché fece parte del gruppo capeggiato da Cesare BECCALLI che tra il 1976 e i 1977 diede vita all’I.M.I.T.T., la prima associazione italiana a promuovere la nostra atletica. Mario per anni ha fatto coppia nelle manifestazioni master con l’amico d’infanzia Renato CAPOZZI, che ci ha lasciati due anni fa. Un’amicizia nata sul pianerottolo di casa attorno al 1928 e proseguita nella vita e nello sport.

 

Finalmente per RIBONI è arrivato il giorno del 100esimo compleanno al quale ha mirato come fosse il raggiungimento di un’impresa sportiva, come per uno dei suoi numerosi titoli e records mondiali conquistati da master. La sua ultima gara risale a due anni fa, a Modena il 19 giugno 2011. Però lui da almeno un decennio ha detto di voler andare in pedana ancora una volta dopo il 100esimo anno compiuto, quasi come per un impegno morale verso di sé, verso il Signore e verso gli amici. Forse il proposito, un sogno da realizzare, potrà concretizzarsi domenica prossima 16 giugno, al Campo Giuriati di Milano dov’è in programma la gara di getto del peso per i C.D.S. Master, grazie alla disponibilità del Comitato Fidal Lombardia. Auguri Mario da tutti i masters italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *