CONSUNTIVO WORLD MASTER GAMES

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dal 3 al 10 agosto a Torino sono andati in scena i World Master Games che da fonti organizzative avrebbero visto in gara nell’atletica leggera circa 2.000 atleti (e circa 5.000 atleti-gara). Numeri che rispecchiano le aspettative scettiche da molti mesi pronosticate attorno a questa manifestazione internazionale; che nei fatti resta per l’atletica master un surrogato scarso sia dei Campionati Mondiali Stadia che, sul piano continentale, dei Campionati Europei Stadia. Relativamente scarsa è stata pure la partecipazione italiana, se rapportata ad un normale Campionato Italiano su Pista Master. Tuttavia gli atleti azzurri presenti hanno primeggiato nel medagliere finale di questo sport con 75 ori, 77 argenti e 74 bronzi, per un totale di 226 medaglie. Su tutti spicca il protagonismo del vicentino Dario RAPPO, capace nella categoria M65 di impossessarsi di quattro ori con eccellenti riscontri cronometrici. Guardiamo ora nel dettaglio le prestazioni più apprezzabili.

VELOCITA

Era molto atteso il duello nelle prove veloci M45 tra Mauro GRAZIANO e il rientrante da infortunio Mario LONGO, che c’è stato con il successo sia su 100 che 200 metri del piemontese (11”20 a 11”23 e 22”58 a 23”66), ma va rilevato come il napoletano fosse in pista decisamente menomato. Un altro duello incandescente tra azzurri c’è stato negli M60 con Vincenzo FELICETTI che ha prima vinto il confronto con Mario SORU sui 400 metri (58”69 a 59”02), per poi essere battuto sui 200 metri dal sardo che ha trionfato in 26”16. Bene anche l’atleta di casa Danilo BERTAGGIA vincitore tra gli M75 di 100 e 200 metri con 14”51 e 30”52. In bela evidenza è stato Ettore RUGGERI che ha vinto i 200 metri M55 con l’ottimo crono di 24”83. Dopo i Campionati Italiani nei 400 metri M40 un’altra prova molto positiva l’ha data Massimiliano POETA 1° in 50”99.

Tra le donne palma di merito per la cesenate Cristina SANULLI che ha vinto tra le W40 i 400 metri in 59”67 ed è stata 2° nei 100mt. (12”91) e nei 200mt. (26”37), proseguendo una stagione in grande spolvero. Nelle W60 è stata vincitrice a sorpresa delle prove veloci Mariuccia QUILLERI con 15”32 e 32”09.

MEZZOFONDO e STRADA

Sicuramente il protagonista italiano assoluto della manifestazione è stato Dario RAPPO, che ha inanellato queste vittorie nella categoria M65: 800mt. in 2’24”83, 1500mt. in 4’52”10 (nuovo record italiano), 5000mt. in 18’48”13 e 2000 siepi in 7’33”61. Da segnalare alle sue spalle il suo “allievo” Konrad GEISER 2° negli 800mt. in 2’25”01 e nei 1500mt. in 4’55”25 (age-record M66). Tra gli M60 Giovanni FINIELLI ha collezionato la vittoria sui 1500mt. in 4’57”40 e il 2° posto negli 800mt. in 2’21”14. Nei 5000mt. M40 vittoria con il buon riscontro cronometrico di 15’48”20 per Marco BRAMBILLA. Nelle prova su strada si segnalano le vittorie con tempi di valore discreto per Said BOUDALIA negli M45 nei 10 km. in 32’14” e nella mezza in 1°11’04” e Albert RUNGGER nella mezza degli in 1°21’52” (e anche 2° nella 10 km. in 37’52”).

Tra le donne ci sono stati due tris di vittorie per merito dell’instancabile Paola TISELLI nelle W40 (800mt. in 2’22”64, 1500mt. in 5’07”06, 1500mt. in 18’32”55) e della piemontese Maria Grazia NAVACCHIA nelle W60 (5000mt. in 21’19”22, 10 km. in 44’23”, mezza 1’37’09”). L’accoppiata di vittorie è riuscita su 5000mt e 10 km. a Nadia DANDOLO (W50 in 18’34”09 e 38’58”) e a Maria LORENZONI (W55 in 19’35”60 e 41’30”). Eccellente anche Barbara MARTINELLI (W45) vincitrice degli 800mt. in 2’24”21 e di poco soccombente sul traguardo dei 400mt. con il grande crono di 1’00”89. Da segnalare che la prossima 79enne Maria BELLANOVA (19/12/1934) giungendo 2° nei 5000mt. delle W75 ha stabilito il nuovo record italiano MF75; e lo stesso ha fatto Marinella SATTA (15/09/1957) 2° nei 2000 siepi W55 con 10’52”34 del record italiano MF55.

OSTACOLI e PROVE MULTIPLE

La prima segnalazione la merita il quasi 50enne Frederic PERONI (10/09/1963) vincitore della prova dei 400 ostacoli, ma nella categoria M45 con il tempo di 1’01”70, che rappresenta il record italiano M50pre con gli ostacoli da 91cm. Dietro a lui nella stessa gara il 48enne Roberto AMERIO in 1’02”07. Vittoria nei 300 ostacoli M65 per Antonio MONTARULI, di cui va detto anche del 3° posto nei 100mt. in 13”50. Una nota anche Sergio VERONESI 2° nei 300 ostacoli M75 in 1’00”96 e nel decathlon con 5.440 punti.

Tra le donne bella vittoria negli 80 ostacoli delle W40 per Maria Costanza MORONI in 12”45 (age-record F44); con l’aggiunta di Chiara ANSALDI 2° sulla stessa distanza delle W45 in 13”46; e capace anche di vincere l’eptathlon con 4390 punti.

MARCIA

Una grande prestazione è stata segnata dal 49enne Walter ARENA nei 5.000mt. di marcia su pista vincitore degli M45 con 22’39”35. Vittorie e buoni tempi sulla distanza anche per: Rosario PETRUNGARO (M55) in 25’25”68; Fabio RUZZIER (M60, questa volta in gara per l’Italia) con 25’57”54; Mario FIORI (M65) con 29’07”52; Gianfranco DE LUCIA (M70) con 31’16”84. Nella prova dei 10 km. su strada vittorie ancora per: PETRUNGARO (M55) in 53’27”; RUZZIER (M60) in 53’47”; Giuseppe MEOLA (M80) in 1°12’11”.

Tra le donne ha vinto la prova su pista delle W35 Valeria PEDETTI in 25’00”10; con Natalia MARCENCO (W55) 2° in pista con 28’57”67 e sui 10 km. su strada in 1°00’53”. Franca MONASTEROLO (26/09/1943) con 34’32”72 nei 5000 in pista e con 1°10’07£ nei 10 km su strada ha stabilito il nuovi record Fidal MF65 e MF70.

SALTI

Gran gara di Michele TICO’ nel salto in lungo M45 dove vince con 6,53 (vento -0,2) che vale come age-record M46-47. Nella stessa gara ottimo 2° Alberto TIFI con 6,41. TICO’ può aggiunge anche un 3° posto nel triplo con la buona misura di 13,20. Altra vittoria maschile nel salto con l’asta M70 per Mario GASPERI al di sopra di 2,60.

Tra le donne Chiara ANSALDI è stata super nel salto lungo W45 dove ha saltato e vinto con 5,12 (vento -1,4), riprendendosi così il record italiano MF45 perso ad Orvieto da Susanna TELLINI che lì aveva vinto con 5,11. L’ANSALDI con questa misura ha anche pareggiato il record indoor di Rossella ZANNI. Per lei c’è stata anche la bella vittoria nel salto in alto con 1,53, il 2° posto nel salto triplo con 10,66 e il 3° nell’asta con 2,20. Tirando le somme è stata lei la nostra prima atleta al femminile dei World Master Games.

LANCI

Ancora una volta una manifestazione internazionale è stata disertata in massa dai lanciatori nostrani. Le cose migliori al maschile le hanno ottenute Antonio MAINO 2° nel martellone M60 che con 17,40 ha stabilito il nuovo record italiano M60 ad età compiuta; e Fabio DIOTALLEVI 2° nel giavellotto M60 con 45,94.

Tra le donne spicca la vittoria di Maria Luisa FANCELLO nel pentatlon lanci delle W70 con 4416 punti, a soli sei punti dal suo record italiano. Tra le cinque prove nel giavellotto la fiorentina ha conseguito 19,14 che le vale il nuovo record MF70. In precedenza per lei c’era stata la vittoria anche nel martello con 30,03 e il 2° posto nel disco con 25,55.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *