DUE RECORD MONDIALI PER CARMELO RADO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Da tempo Camelo RADO (04/08/1933) attendeva il momento di andare in pedana dopo l’80esimo compleanno e riscrivere quasi tutti i record mondiali delle prove di lancio. L’appuntamento è stato venerdì scorso 30 agosto allo Stadio di Rimini per una gara di pentathlon lanci. La tensione ha giocato un brutto scherzo al nostro Ercole che ha esordito con tre nulli nella prova iniziale del martello e così ha pregiudicato il punteggio finale del pentathlon e la possibilità di impossessarsi del record mondiale M80 che è attualmente di 4.846 punti del finnico Leo SAARINEN (nel 2009) e RADO ha terminato con 4.482 punti. A questo punto i suoi obiettivi sono stati in parte modificati, concentrati più sulle prove singole. Nel getto del peso ha ottenuto per due volte 12,86 cioè una misura che non costituisce il nuovo record italiano MM80 della Fidal (suo con 12,99 a Milano il 16 giugno scorso), ma che da un punto di vista statistico rappresenta la miglior prestazione italiana M80 ad età compiuta. Finalmente il primo record vero è arrivato nel lancio del disco: dopo due lanci nulli, alla terza prova ottiene 38,65 e quindi migliora il record mondiale fino allora detenuto con 37,86 dal finnico Osmo RENVAL nel lontano 1991. Va ricordato che il record italiano MM80 Fidal è ora di 41,45, una discrepanza non nuova (record mondiale sì, record italiano no), prestazione conseguita RADO a Novara l’11 maggio di quest’anno.

Nel lancio del giavellotto il nostro colosso raggiunge alla prima prova la bella misura di 31,24 che però non è record italiano MM80 (ora di Virgilio COLOMBO con 33,02 “pre” nel 2007 e 31,28 “a età compiuta” nel 2009). Si passa al lancio del martello con maniglia corta e qui subito alla prima prova Carmelo piazza la misura di 19,91 che spazza via la precedente prestazione record mondiale del ceco Zdenek BENEK di 18,25 (nel 2011).

Per riassumere sinteticamente la giornata di Carmelo RADO:

Martello: tre nulli – zero punti

Peso: 12,86 – 1.134 punti (record italiano a età compiuta)

Disco: 38,65 – 1.156 punti (record mondiale M80, ma non record Fidal MM80)

Giavellotto: 31,24 – 820 punti

Martello M.C.: 19,91 + 1.372 punti (record mondiale M80)

Pentathlon Lanci: 4.482 punti (record italiano M80 ad età compiuta).

Insomma, sarebbe bastato un suo lancio “normale” nel lancio del martello per far suoi anche il record mondiale della specialità (ora di 43,31) e demolire il record mondiale del pentathlon lanci della categoria. Quest’anno a Forlì il 7 aprile (perciò da “pre”) nel martello RADO ha già lanciato a 46,04 e totalizzato nel pentathlon 5.543 punti. Perciò per lui è stata una giornata solo in parte soddisfacente, che ha terminato con molto rammarico; tanto che, se risolverà un infortunio alla caviglia, ci vorrà riprovare subito tra una settimana nel pentathlon lanci di Aosta. Un inciso finale: nella gara di pentathlon a Rimini è stato stabilito un record particolare, con 6 partecipanti e 9 giudici gara  ad assisterli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *