CARMELO RADO RECORD MONDIALE PENTALANCI M80

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ieri ad Aosta, in uno degli appuntamenti del Grand Prix di Pentathlon Lanci, Carmelo RADO (04/08/1933, Olimpia Amatori Rimini) è tornato all’assalto del record mondiale M80 di questa prova multipla, non ostante fosse ancora acciaccato. Il record gli era sfuggito il 30 agosto a Rimini perché nella specialità del lancio del martello aveva “ciccato” con tre lanci nulli compromettendo il punteggio finale. Ad Aosta invece ha portato a termine fruttuosamente tutte cinque le specialità totalizzando 5.355 punti, oltre 500 punti al di là del precedente record mondiale M80 del finnico Leo SAARINEN (4.846 punti nel 2009). Non solo questo però, perché il biellese di ceppo veneto nel lancio del disco ha raggiunto la misura di 39,46 con cui ha aggiornato il suo stesso record mondiale di 38,65 stabilito a Rimini pochi giorni fa. Questo il dettaglio del suo pentathlon: martello 38,08 (pt.1054), peso 12,49 (pt.1096), disco 39,46 (pt.1185), giavellotto 30,60 (pt.800), martello m.c. 17,92 (pt.1220).

Una sottolineatura statistica: il punteggio di RADO è il più alto tra tutti i record mondiali del pentathlon lanci di tutte le categorie master; il secondo più alto è ora il suo stesso record nella categoria M75 con 5.306 punti. Obiettivamente va detto però che il punteggio ottenuto ad Aosta non rispecchia il suo reale potenziale. Per dare un riscontro di ciò basta ricordare che il 7 aprile a Forlì, in una giornata non favorevole come condizioni agonistiche (bassa temperatura e tempi eccessivamente lunghi di attesa) RADO è stato capace di ottenere da “pre” un totale di 5.543 punti, che per la Fidal resta al momento il record italiano MM80. Se si dovessero sommare le sue migliori prestazioni ottenute nel corso del 2013 (martello 46,04 – peso 12,99 – disco 41,45 – giavellotto 31,24 – martello m.c. 19,91) RADO raggiungerebbe un totale teorico di 5.904 punti. Quindi c’è ampio margine di miglioramento. Non resta che attendere il 5 ottobre con l’appuntamento a Bologna del Campionato Italiano della specialità in cui Carmelo tenterà un ulteriore avanzamento del record.

Tornando alla prova del Grand Prix ad Aosta, va detto che all’appello ieri mattina si sono presentati 47 masters (32 uomini e 15 donne), un dato che considerata la data e le previsioni meteo è molto soddisfacente e conferma l’interesse per questo tipo di prova multipla nel mondo dell’atletica master. Questi i migliori punteggi ottenuti:

UOMINI

5.355 Carmelo RADO (MM80)

3.213 Tarcisio VENTURI (MM60)

3.190 Giorgio SCHIAVONI (MM70)

3.167 Angelo MOIRAGHI (MM60)

3.002 Valtere ROCCHI (MM50)

2.947 Michelangelo BELLANTONI (MM55)

2.790 Lorenzo LOCATI (MM55)

2.735 Riccardo INNOCENTI (MM55)

2.723 Sandro SANGERMANO (MM55)

2.687 Giampaolo MUNARI (MM55)

2.681 Antonio LO NANO (MM45)

2.652 David ERARD (MM35)

2.626 Giancarlo BALLICO (MM50)

2.624 Maurizio SELLA (MM50)

2.615 Francesco CAZZATO (MM50)

DONNE

2.726 Nives FOZZER (MF80)

2.627 Rossella BARDI (MF60)

2.569 Anna MAGAGNI (MF50)

2.378 Raffaella BOLZONELLA (MF50)

2.155 Cinzia MISMETTI (MF55)

2.023 Debora LOCATELLI (MF40)

1.755 Maria Luigia BELLETTI (MF75)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *