MARIO LONGO 7”21 RECORD SM50

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il fine settimana appena trascorso ha portato di rilevante per il mondo master italiano alcune prestazioni sui 60 metri. Sabato nel rettilineo coperto del Centro CONI di Formia Mario LONGO (21/08/1964 – SM50 – Atletica Maiano) ha corso la distanza prima in 7”27 e in finale in 7”21, così migliorando il suo fresco record FIDAL SM50 di 7”26. Questa prestazione per il SuperMario napoletano è di grande valore internazionale, ma non sorprende affatto, se si considera che lo scorso anno nella stagione indoor è stato capace di ottenere ai Campionati Europei Indoor uno stratosferico 7”00, prima di entrare nel tunnel degli infortuni. La sua stagione è appena cominciata e quindi tempi ancora migliori sono attesi. A Formia gli ha fatto compagnia a non molta distanza Alfondo DE FEO (15/09/1964 – SM50 – Romatletica) che nelle due prove di sprint ha realizzato rispettivamente i tempi di 7”32 e di 7“30. Il romano lo si attende ora sulle distanze dei 200 e 400 metri dove attaccherà presumibilmente con successo i record Fidal SM50, rispettivamente di 24”53 e 53”83.

Sempre sabato 8 febbraio nella riunione dell’impianto di Padova si sono sfidate sui 60 metri Manuela LEOVARATO (16/03/1977 – SF35 – Aeronautica Militare) e Amy Fabe DIA (14/02/1977 – Coin Venezia). Nelle batterie ha prevalso la DIA per 7”54 a 7”55, mentre nella finale la LEVORATO s’è presa la rivincita per 7”54 a 7”59. Per entrambe le ragazze c’è stata l’age-record italiana F36. Questo è stato l’esordio stagionale della LEVORATO, che ricordiamo lo scorso hanno ha segnato il record italiano della categoria SF35 in 7”41.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *