RISULTATI D’INIZIO STAGIONE OUTDOOR

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Diamo uno sguardo panoramico ai risultati di questa primissima parte della stagione outdoor nell’atletica master italiana. Tra tutti quelli rilevati senza dubbio il tempo di 23”12 (vento +1,6) di Alfonso DE FEO (1964-SM50) sui 200 metri è quello di maggior valore tecnico (Roma 18/04), anche perchè rappresenta la miglior prestazione italiana M50 ad età compiuta (precedente Claudio RANZINI con 23”69 nel 2007) ed è a un solo centesimo dal suo pregevolissimo record Fidal di 23”11 dello scorso anno.

Nella stessa occasione sui 200mt. da annotare anche Massimo SCARPONI (1967-SM55) in 23”36 e Enzo PROIETTI (1954-SM60) con 26”50; e tra le donne Anna MICHELETTI (1952-SF60) in 31”46. Una settimana prima Mario LONGO (1964-SM50) sulla stessa distanza a Salerno era stato capace di 23”90 e Vincenzo FELICETTI (1949-SM65) di 27”70. In tema di velocità maschile in evidenza c’è stato poi il 49enne Walter COMPER (1966-SM45) che a Salò il 22 aprile ha corso i 100mt. in 11”56. Nel meeting di Salerno dell’11 aprile Antonio D’ERRICO (1964-SM50) sui 200 ostacoli con 28”57 ha avvicinato il record di categoria (28”09); mentre nella medesima specialità il 28 marzo a Milano c’è stata l’ottima prestazione di Sergio DE PRETIS (1954-SM60) con 31”49.

Nella prove di mezzofondo e fondo su pista se posto subito in evidenza, dopo la grande stagione indoor appena conclusa, il bresciano Alfredo BONETTI (1958-SM55) con 4’27”50 sui 1500mt. a Cremona il 19 aprile. Sulla stessa distanza buono anche il 4’28”51 di Pierangelo AVIGO (1961-SM50) a Romano di Lombardia l’11 aprile. A Latino Giuseppe POLI (1974-SM1974) ha prima corso  l’11 aprile i 1500mt. in 4’07”59 Latina 11 aprile. A Salerno sui 3000mt. Antonello BARRETTA (1970-SM45) ha corso i 3000mt. in 9’05”60. Nei ai 10.000 metri (già scritto di ACQUARONE) vanno segnalati: Dario RAPPO (1948-SM65) 38’53”84 e Michela ZANATTA (1978-SF35) 35’09”11 a Treviso il 12 aprile; Angelo IANNELLI (1976-SM35) 31’05”9m ad Avellino 12 aprile; Tatiana BETTA (1969-SF45) 37’22”1m a Messina l’11 aprile.

Passando ai lanci abbiamo in grande evidenza l’esordio a Novara il 19 aprile di Marco GIACOMINI (1960-SM55) nella sua nuova categoria: il pesista torinese ha subito sfoderato la misura di 14,30, non lontano da record di Francesco CARCIOFFO di 14,43 (del 2004). GIACOMINI ha dovuto rinunciare per infortunio ai Campionati Italiani Indoor, ma pare scontato che presto farà suo il record di categoria. Nella stessa riunione bella misura nel martello per Renzo REGGIANI (1934-SM80) con 35,29. A proposito di questa specialità va ricordato che la misura di 68,13 del 41enne Nicola VIZZONI (1973-SM40) a Leira il 14 marzo. Tra le donne è interessante la prestazione di Stella SCHIRONE (1966-SF45) che ha lanciato il peso di 4 kg. a 11,22 l’1 febbraio bari e che costituisce l’age-record italiana F47-48. Sempre nel geto del peso Anna MAGAGNI (1960-SF55) ha toccato 10,35 a Misano Adriatico il 19 aprile.

In grande fermento è il mondo dei marciatori master. Va salutato con entusiasmo il ritorno all’agonismo della pioniera italiana di questa specialità, Giuliana SALCE (1955-SF60, nella foto) capace subito di stabilire la miglior prestazione di categoria sui 3.000mt. in pista con 16’36”63 a Roma 18 aprile. Le ha fatto eco il giorno dopo a Sassari Peppina DEMARTIS (1960-SF55) arrivata al record della SF55 sulla stessa distanza con 15’51”0m. Invece una settimana prima a Marcon Natalia MARCENCO (1954-SF60) ha chiuso la prova sui 5.000mt. in 29’46”82 con cui ha stabilito la miglior prestazione F60 a età compiuta. Il 29 marzo a Cassino nel Campionato Italiano della 20 Km. su strada hanno fatto cose egregie: Roberto DEFENDENTI (1968) con 1°32’47” Cassino 29 marzo ha stabilto il nuvo record italiano della categoria SM45, mentre il 64enne Graziano MOROTTI (1951-SM60) con 1°43’58” l’age record M62-64; e ancora Maura MARCHIORI (1959-SF55) con 1°59’40”. Eppoi c’è stato il ritorno dopo maternità per Elisa RIGAUDO (1980-SF35) con 1°29’15” a Rio Maior 18 aprile, ora però in età master. E ancora marcia di livello con Rossella GIORDANO (1972-SF40) finita nei 10.000mt. su pista in 48’36”11 a Brusaporto 19 aprile.

CORSE SU STRADA

Siamo a quasi a conclusione della stagione primaverile delle corse su strada è le prestazioni di valore non sono mancate. Nella Maratona di Boston del 21 aprile hanno vinto le rispettive categorie Danilo GOFFI (1972) tra gli M40 con 2°18’44” e Said BOUDALIA (1968) tra gli M45 con 2°24’49”. Quest’ultimo l’11 marzo nella mezzamaratona di Brugnera ha ottenuto 1°07’57”. Altre prestazioni maschile di valore: Ruggero PERTILE (1974-SM40) nella mezza 1°06’53” Santa a Margherita l’1 febbraio; Domenico RICATTI (1979-SM35) nella mezza 1°04’03” a Roma il 3 marzo e nella maratona 2°18’23” ad Hannover il 19 aprile; Emanuele GRIGOLETTO (1963-SM50) nei 10 Km. su strada 33’35” a Vicenza il 22 marzo; Pierino GAMBA (1945-SM70) nella maratona 3°15’40” a Brescia il 15 marzo. Tra le donne da segnalare: Valeria STRANEO (1976-SF35) nei 10 Km. 34’02” a Dublino l’11 aprile; Fatma MARAOUI (1977-SF35) nella mezza 1°12’15” a Roma l’1 marzo; Anna INCERTI (1980-SF35) nella maratona 2°29’10” a Nagoya l’8 marzo; Laura GIORDANO (1977-SF35) nella maratona 2°39’29” a Treviso l’1 marzo; Claudia GELSOMINO (1969-SF45) nei 10 Km. 36’50” a Magenta l’1 febbraio e nella maratona 2°47’04” a Treviso l’1 marzo; Silvia BOLOGNESI (1954-SF60) nei 10 Km. 42’32” a Torino il 12 aprile e nella mezza 1°33’46” ad Imperia il 15 marzo; Antonietta MOTTA (1940-SF75) nella 2°06’35” a Cernusco sul Lambro il 19 aprile che costituisce il record della SF75.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *