ANCORA RECORDS MASTER

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La stagione all’aperto è ormai piena evoluzione e a getto continuo arrivano prestazioni che aggiornano le liste dei records master italiani. Prima del Golden Gala (dov’era stata invitata con risposta negativa) Maria Costanza MORONI (09/12/1969, Ermenegildo Zegna) ha proseguito nella sua perentoria ricerca di miglioramento e il 30 maggio a Santhià è arrivata anche al record Fidal delle SM45 nei 400 metri chiusi in 59”03, appartenente a Barbara MARTINELLI lo scorso anno arrivata per prima a bucate la soglia del minuto con 59”83. Per la biellese è un progresso rispetto al 59”67 segnato nel 2013; un ulteriore segno della sua ritrovata salute fisica dopo tanti tormenti e una pratica agonistica a “stop and go”. La ragazza s’è riproposta sulla pista a Mondovì qualche giorno dopo, il 2 giugno, in una gara di salto in lungo terminata a 5,55 (vento -0,4), quindi 14 cm. più del suo record SF45 stabilito il 17 maggio scorso. Perdippiù questa misura è migliore anche del record SF40 di 5,53 (sempre suo), misura raggiunta nel 2012. Non paga SuperKostanza è tornata a gareggiare nel week-end appena trascorso a Donnas dove sui 100 ostacoli assoluti (ostacoli da 84 cm.) è frecciata sul traguardo con il suo rilievo a 14”94, purtroppo inficiato ai fini dei record master da un vento favorevole di +2,9. Insomma ogni sua uscita va seguita perchè c’è una buona probabilità di aggiornamento dei records master. E’ da osservare che quest’anno la MORONI non s’è ancora cimentata nelle due sue specialità in cui anni ’90 eccelleva: il salto in alto e il salto triplo. L’aspettiamo anche qui a nuovi records.

Il 2 giugno Marco GIACOMINI (16/01/1960, Atletica San Giovanni) è andato in pedana a Oristano lanciando il peso da 7,26 kg. alla distanza di 12,75 e ha stabilito la nuova miglior prestazione italiana SM55. Pensiamo si tratti di una tappa verso il prossimo superamento molto verosimile del muro dei 13 metri. Come da lui ci si attende con il peso da 6 kg. il superamento del muro dei 15 metri.  

Lo stesso giorno ad Orvieto Alfonso DE FEO (15/09/1964, Atletica Portici) ha corso i 100 metri in 11”51 èe statisticamente è diventato il nuovo record over-50 ad età compiuta, restando il record Fidal SM50 l’11”27 di Mario LONGO del 2014 ad età ancora da compiere. Su questa distanza c’è da segnalare anche una particolarità statistica, la prestazione di Mauro GRAZIANO (22/01/1966-SM45, Atletica Canavesana) che il 30 maggio a Giaveno è stato cronometrato manualmente in 10”9.

Veniamo al 6 giugno e al nuovo miglioramento del record europeo M40 di Aramis DIAZ (22/11/1974, Atletica Riccardi) a Ginevra con 50”55 sui 400 ostacoli; perciò non lontano dal 50”10 del 2012 che resta per il momento la sua miglior prestazione cronometrica sulla distanza da “italiano”. La sua sequenza: 2009 (34) 50”76, 2010 (35) 50”53, 2011 (36) 50”62, 2012 (37) 50”10, 2013 (38) 50”31, 2014 (39) 50”83, 2015 (40) 50”55. DIAZ lo scorso hanno è stato capace anche di 48”52 sui 400 metri piani.

Sul giro di pista in piano il 6 giugno a Sesto Fiorentino è arrivato il record SF55 di Gianna LANZINI (11/03/1960, Assi Giglio Rosso Firenze) con 1’06”74, decisamente meglio del precedente 1’08”16 di Daniela STELORI del 2012. Ricordiamo che la LANZINI due giorni prima al Golden Gala aveva ritoccato anche il record dei 200 metri con 28”74. Insomma, anche la fiorentina è in gran forma e va tenuta sott’occhio nelle sue prossime incursioni agonistiche.

Nella marcia femminile, distanza 5.000 metri su pista, abbiamo avuto la nuova prestazione record SF65 di Rita DEL PINTO (05/02/1949, Liberatletica Roma) che a Valmontone il 30 maggio ha segnato 33’37”7m.

Niente records master italiano però comunque age-record F46 per Maria RUGGERI (06/01/1966, Atletica Villafranca), rientrata in Sicilia dopo la vittoria al Golden Gala sui 200 metri in 26”20. La quattro volte Campionessa Europea Master del 2014 ha corso i CDS a Messina: sabato i 100 metri in 12”73 (w+1,8) e domenica i 200 metri in 25”89 (w+1,8).

Un altro age-record di grande valore tecnico (F38 e F39) è stato quello raggiunto da Valeria STRANEO (05/04/1976, Runner Team 99 SBV) nella Coppa Europa dei 10.000 metri a Chia il 6 giugno dov’è terminata 2° con 32’32”41. La stessa atleta nel 2012 ha stabilito il record italiano SF35 con 32’15”87.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *