LIONE 2015: LE GIORNATE 5 – 6 – 7

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

S’è chiusa oggi la parte centrale del programma-gare di Lione 2015. Domani riposo e poi dal 13 al 16 agosto si procederà con le quattro giornate finali. In quest’ultime tre giornate è migliorato sensibilmente il medagliere italiano, che resta però ancora al di sotto delle aspettative. Quindi dopo sette delle undici giornate di gare possiamo contare provvisoriamente su 10 medaglie d’oro, 15 d’argento e 17 di bronzo. Domenica è stata la giornata di Marco SEGATEL che ha trionfato ancora una volta nel salto in alto degli M50 (con 1,86 age-record Italia M53); collezionando così il suo quinto titolo mondiale all’aperto, dopo quelli da M40 nel 2003 e 2005 e quelli da M45 nel 2007 e 2009. E’ in assoluto l’atleta master italiano più medagliato di tutti considerando una singola specialità, sia nei campionati mondiali che in quelli europei, che siano outdoor o indoor. Questo a poco più di 50 anni. Tutto è cominciato nel 2002 con il suo primo titolo europeo. Insomma siamo di fronte ad una leggenda vivente che meriterebbe dalla Federazione almeno una forma di riconoscimento sotto forma di onorificenza; tanto più osservando che ogni anno di onorificenze ne vengono disperse ai quattro cantoni…

 

Al titolo di SEGATEL se ne sono aggiunti altri cinque, tutti di ottimo spessore tecnico o agonistico. Sempre nel salto in alto la new-entry master Sandro FINESI ha colpito il bersaglio grosso nel salto in alto degli M35 con 2,05. Ricordiamo che il ligure ancora nel 2009 è stato capace di sorvolare 2,22; fermo nel 2013 è tornato a gareggiare lo scorso anno e quest’anno maturata l’età master ha voluto subito provare il clima di un campionato master internazionale. Facciamo osservare che in questo momento in Italia abbiamo in attività nel salto in alto atleti “over-35” come Giulio e Nicola CIOTTI (1976) e Andrea BETTINELLI (1978), che magari il prossimo anno potrebbero essere tentati di partecipare ai Campionati Europei Indoor Master di Ancona.

A Lione hanno confermato il titolo mondiale conquistato nel 2013 il “capitano dei master”, il trevigiano Giorgio BORTOLOZZI, nel salto triplo M75 (8,96); ed Emanuela BAGGIOLINI nei 400 ostacoli W40 (1’01”30) che ha scavato un baratro tra se e le avversarie. La varesina per giunta aveva già conquistato l’argento degli 800 metri (2’16”16) in una giornata dove s’era dovuta impegnare anche nel turno eliminatorio dei 400 ostacoli.

Finalmente a un campionato master internazionale s’è presentata anche Maria Costanza MORONI, con la vittoria nel salto in lungo W45 e la grande prestazione di 5,61 (record italiano, precedente suo di 5,55), non lontana dal record mondiale di 5,61 outdoor e 5,75 indoor. Ora l’aspettano i 400 metri e gli 80 metri a ostacoli per altre imprese.

Le vere vittorie a sorprese sono venute da Giovanni FINIELLI negli 800 metri degli M65 (2’23”06) e dalla Maria Luisa FANCELLO nel martello delle W70 (31,84). Il siciliano ha fatto valere il suo grande finale, che ben conosciamo nelle gare master nazionali e che adesso hanno imparato a conoscere nel contesto internazionale master. La fiorentina ha centrato una vittoria in una specialità ben partecipata, che sembrava territorio ristretto a tedesche, inglesi e statunitensi. Una buona notizia per i nostri lanciatori master in genere latitanti da questi contesti agonistici; che fa la coppia con la medaglia di bronzo di Marco GIACOMINI in una gara molto competitiva come il getto del peso M55 (con 14,20).

Altre medaglie sono arrivate da:

Emma MAZZENGA al secondo argento dietro l’inarrivabile statunitense OBERA, questa volta nei 200 metri W80;

– nella marcia su strada di 10 Km. argento per Romolo PELLICCIA tra gli M75 (1°01’17” ) e Vincenzo MENAFRO tra gli M80 (1°10’45”); bronzo per Ettorino FORMENTIN tra gli M65 (53’00”00) e per Daniela RICCIUTELLI tra le W55 (58’11”);

– nell’asta M45 argento a Giacomo BEFANI a quota 4,40; mentre c’è stato il rientro dopo lunga assenza di Carla FORCELLINI 3° tra le W55 con 2,70 (record italiano outdoor);

– di nuovo niente da fare per Alfonso DE FEO per l’assalto al titolo mondiale questa volta nei 200 metri, 3° in 23”30, dopo l’argento sui 100 metri;

– ed inoltre medaglie di bronzo per Francesco DUCA nei 10.000mt. M40 (32’06”62), per Giancarlo CICERI nel triplo M55 (11,95) e per Bruno BAGGIA negli 800mt. M80 (3’18”88).

 

Medaglie Italiane

 

ORO (10)

M35-Alto: Sandro FINESI 2,05

M45-Cross 8km: Valerio BRIGNONE 25’02”

M50- Alto: Marco SEGATEL 1,86

M65-800m: Giovanni FINIELLI 2’23”06

M75-Triplo: Giorgio BORTOLOZZI 8,96

W40-400m Ost: Emanuela BAGGIOLINI 1’01”30

W45-Lungo: M. Costanza MORONI 5,61

W45-Marcia 5000m: Elena CINCA 27’05”92

W50-5000m: Nadia DANDOLO 18’10”21

W70-Maretllo: M. Luisa FANCELLO 31,84

 

ARGENTO (15)

M45-5000m: Valerio BRIGNONE 15’40”03

M45-Asta: Giacomo BEFANI 4,40

M50-100m: Alfonso DE FEO 11”84

M60- Cross Team: con Pier Mariano PENONE, Aris GIORDANI, Alfonso GIFUNI

M75-Marcia 10Km: Romolo PELLICCIA 1°01’17”

M80-5000m: Bruno BAGGIA 25’21”41

M80-Marcia 5000m: Vincenzo MENAFRO 34’33”18

M80-Marcia 10Km: Vincenzo MENAFRO 1°10’45”

W40-800m: Emanuela BAGGIOLINI 2’16”16

W45-100m: Maria RUGGERI 12”89

W50-Marcia Km.10 Team: Mirella PATTI, Dominique CIANTAR, Natalia MARCENCO

W65-5000m: Waltraud EGGER 22’07”54

W65-Eptathlon: Ingeborg ZORZI p.4959

W80-100m: Emma MAZZENGA 19”39

W80-200m: Emma MAZZENGA 40”28

 

BRONZO (17)

M40-10.000m: Francesco DUCA 32’06”62

M50-200m: Alfonso DE FEO 23”33

M55-Triplo: Giancarlo CICERI 11,95

M55-Peso: Marco GIACOMINI 14,20

M60-100m: Vincenzo BARISCIANO 13”17

M65-Marcia 5000m: Ettorino FORMENTIN 27’17”13

M65-Marcia 10Km: Ettorino FORMENTIN 53’00”00

M70-Marcia Km.10 Team: Romolo PELLICCIA, Vincenzo MENAFRO, Piergiorgio ANDREOTTI

M75-Marcia 5000m: Romolo PELLICCIA 30’41”46

M80-800m: Bruno BAGGIA 3’18”88

W40-Eptathlon: Sara COLOMBO p4763

W40-Cross 8km: Domenica MANCHIA 30’30”

W40-Marcia Km.10 Team: Melania AURIZZI, Elena CINAC, Roberta MOMBELLI

W45- Cross Team: Christina TEISSL, Francesca PINI-PRATO, Francesca RAGNETTI

W50: Marcia 5000m: Giuseppina DE MARTIS 28’04”89

W55-Asta: Carla FORCELLINI 2,70

W55-Marcia 10 Km: Daniela RICCIUTELLI 58’11”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *