I CAMPIONATI ITALIANI AL FEMMINILE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Passiamo specialità per specialità agli highlights nelle tre giornate di gare femminili.

 

60 metri

Assenti Amy Fabè DIA, Denise NEUMANN, Marta RUGGERI e Umbertina CONTINI, le attese erano per la prova delle SF50. La novità della stagione, la sprinter di Vasto Miriam DI IORIO, s’è esaltata nel confronto abbassando ulteriormente il record della categoria da 8”39 a 8”31. Alle sue spalle Marinella SIGNORI in 8”44 ha comunque stabilito il record “over-50” ad età compiuta, davanti a Marta ROCCAMO in 8”46. Insomma una grande gara! Nella categoria superiore (SF55) La campionessa uscente Daniela FASSI s’è imposta nella serie migliore in 9”15, ma da iscritta senza tempo in altra serie l’amazzone fiorentina Susanna GIANNONI ha freddato tutte correndo nel nuovo record italiano di 8”92 (il precedente era 9”06). Una dovuta nota di merito va alla 86enne Nives FOZZER alla partenza e quindi all’arrivo in 14”58.

200 metri

Protagonista di questa prova la fiorentina Gianna LANZINI nelle SF55 che ha ritoccato il suo stesso record di categoria portandolo a 29”22, dimostrando di essere pronta per affrontare la sfida con la concorrenza continentale. Nella prova delle SF50 è andata in scena la rivincita dopo i 60mt. del giorno prima, ma di nuovo s’è imposta con autorevolezza Miriam DI IORIO in 28”03. Una buona condizione per le prossime gare europee l’ha palesata la prossima 83enne anche Emma MAZZENGA al traguardo in 40”59, un tempo intrinsecamente eccezionale.

400 metri

Qui s’è assistito alla prima sgambata di Emanuela BAGGIOLINI (1972-SF40) in 1’00”15, che come negli 800 mt. del giorno dopo (2’17”63) ha vissuto le gare più come una test di allenamento in vista degli obiettivi ambiziosi degli Euroindoor. La LANZINI ha fatto il bis a tempo di record con un crono di 1’08”15 (era della PACCHIOLI con 1’08”24). Come sopra la MAZZENGA in 1’35”95. Inoltre ennesima doppietta (200+400) per Anna MICHELETTI (ma quanti titoli ha vinto in carriera?), che ora sogna il podio continentale.

800 metri

E’ tornata alle gare Barbara MARTINELLI (1965-SF50) e senza concorrenza ha limitato lo sforzo correndo in 2’34”09. Terza gara e terzo titolo per Elena FUSTELLA (neo SF55) che ha corso con gli ottimi tempi vincenti di 2’37”87, 5’15”12 e 11’03”17. Al tris anche l’infaticabile Waltraud EGGER (SF55) e su questa distanza ha corso nel tempo record di categoria di 3’06”18; mentre nelle prove più lunghe ha segnato 6’10”53 e 13’19”54 (entrambi record ad età compiuta). Il terzo tris nelle prove di mezzofondo l’ha conquistato la SF70 Fiorella FRETTA.

1500 metri

Innanzitutto un benvenuto a una protagonista della corse su strada (e anche su pista), la toscana quasi 48enne Gloria MARCONI (nella foto), che ha dato spettacolo e ha lasciato il segno in questa e sulla distanza doppia con grandi prestazioni con cui ha abbassato di tanto i record italiani di categoria: 4’44”94 e 9’57”78. La MARCONI è iscritta agli Euroindoor…

3000 metri

A quanto già, citato sulla prova più lunga di corsa al coperto va segnalata la greco-calabrese Spyridoula SOUMA nelle SF50 al titolo in 11’07”19 e la friulana Daniela MORAS (SF60) per il bis 1500 (5’56”12) + 3000 (12’29”09).

60 ostacoli

La specialità, quasi sempre marginale in questa manifestazione, ha offerto finalmente spettacolo. Tra le SF35 s’è messa hai blocchi di partenza l’emergente Helena GIOIA schizzata come un razzo verso gli ostacoli per segnare un probante record di 8”56 (ostacoli da 76 cm.). La GIOIA circa un mese fa ha corso con gli ostacoli da 84 cm. in 8”58. C’è stato spettacolo anche da parte di Costanza MORONI (SF45) che con 9”48 ha stabilito il record di categoria, in una prova di grande equilibrismo per stare dentro con tre passi alla distanza di 8mt. tra gli ostacoli. Per intenderci, la MORONI quest’anno con ostacoli da 84 cm. e distanza di 8,5 mt. ha corso in 9”32… Ha fatto poi grande piacere rivedere tra le barriere la 74enne Rosanna FRANCHI.

Salto in Alto

Molte assenze di rilievo in questa specialità, ma poco male perché da sola Giulia PERUGINI ha dato grande rilievo entrando nella categoria SF80 e saltando ancora una volta al di là di 1,00 mt. La maceratese è una sorta d’inossidabile “Trilly” delle pedane master. Altro di rilevante è la misura della 48enne Chiara ANSALDI (SF45) capace qui di 1,56.

Salto con l’Asta

Purtroppo al “zarina” Carla FORCELLINI è subito uscita di gara alla misura d’ingresso, probabilmente per problemi ad un ginocchio. Speriamo di rivederla in gara per la conquista del titolo europeo. Da segnalare Tiziana PICONESE neo SF50, solo da pochi anni approdata con grande volontà al salto con l’asta (lei saltatrice in alto) ed ora salita all’interessante misura di 2,70.

Salto in Lungo

Era attesa a grandi misure Costanza MORONI, ma alcuni problemi fisici l’hanno limitata e non è andata oltre 5,06mt. La mantovana Susanna TELLINI al passaggio tra le SF50 è subito arrivata al record di categoria di 4,81. La sorpresa c’è stata nella prova delle SF55 in cui era attesa Paola PASINI dopo le ultime gare record. Invece al primo salto c’è stato il salto ammazzagara della veneta Paola DE SANTI che con 4,52 ha fatto suo il titolo e tl record.

Salto Triplo

Qui tre passaggi di categoria e altrettanti record italiani indoor: Susanna TELLINI (SF50) con 10,10 (eguagliato); Francesca JURI (SF55) 9,45; Maria Grazia RAFTI (SF65) con 8,35.

Getto del Peso

Dall’analisi delle diverse categorie non sono emerse prestazioni con particolari guizzi, con qualche nota interessante solo per: Waltraud MATTEDI a 10,50 nelle SF55; Maria Grazia FANCELLO con 8,18 nelle SF70; Nives FOZZER con 5,65 nelle SF85.  

3000 Mt. Marcia

Nell’anteprima ai Campionati doveva essere la prova che prometteva numerosi record di categoria. A consuntivo invece c’è stato solo quello delle SF55 per merito di Peppina DEMARTIS che ha cimato il record da 16’21”98 a 15’47”13.

Pentathlon

Assente Costanza MORONI, però iscritta agli Euroindoor, hanno fatto egregiamente prove d’efficienza Roberta COLONBO (SF40) a 3.771 punti, Rossella ZANNI (SF50) a 3.490 punti e Ingeborg ZORZI (SF65) a 3.490 (con un pregevole 1,21 nel salto in alto).

Staffetta 4×200

Bella sfida a distanza di categorie tra la formazione della TRIESTE ATLETICA e quella dell’ASSI GIGLIO ROSSO. Le triestine hanno messo in pista un quartetto SF50 che ha corso nel tempo record di 2’00”75 (precedente delle fiorentine in 2’02”47). All’inverso il quartetto dell’ASSI ha gareggiato nelle SF55 con il gran tempo di 2’04”41, tuttavia sopra di 13 centesimi al record delle triestine. Attendiamo le prossime sfide.

LANCI LUNGHI INVERNALI

Due eccellenti record hanno segnato le prove all’aperto del programma-gare di Ancona: nel lancio del martello SF50 Paola ROSATI ha allungato di quasi 2 metri il proprio primato portandolo da 41,15 a 43,08; nel martellone delle stessa categoria s’è esaltata Maria GRANDINETTI con un quarto lancio a 13,90 con cui ha detronizzato Paola MELOTTI precedente detentrice a 13,57. Altro ancora di rilevante: nel disco SF 55 Waltraud MATTEDI a 34,63; nel martellone SF55 Rosanna ROSATI a 11,83. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *