ANTEPRIMA CAMPIONATI EUROPEI 2019

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sarà la quarta volta dei Campionati Europei Stadia, quelli dei master, disputati in Italia. Questa volta assegnati al triangolo veneto di Jesolo-Caorle-Eraclea, dal 5 al 15 settembre, ufficialmente con la denominazione “Venice”. Viareggio ospitò l’edizione inaugurale nel 1978, grazie all’attivismo del pioniere lungimirante CESARE BECALLI. Seguì Verona nel 1988 e quindi l’edizione tutta speciale di Cesenatico nel 1998. La prima edizione in assoluto della rassegna continentale master registrò poco più di un migliaio di partecipanti. Da allora, l’evento è enormemente cresciuto in numeri di partecipazione, conquistandosi una collocazione di rispetto nel calendario internazionale dell’atletica leggera, ogni due anni, ora negli anni dispari.
 

Gli organizzatori di questa 21° edizione hanno da subito pronosticarono un record d’iscrizioni e di partecipazione. E così è stato con l’afflusso di adesioni di atleti da 43 nazioni europee e da altre 18 extraeuropee (Giamaica, Hong Kong, Sudafrica,  Stati Uniti, Perù, India etc.); quest’ultimi ammessi a gareggiare, ma non per l’assegnazione dei titoli e delle medaglie continentali. Gli iscritti, a procedure concluse, sono 5.039 (di cui 4.926 europei), per un numero di 8.318 di atleti-gara, nettamente al di sopra di ogni altra edizione precedente. Naturalmente la sede casalinga ha favorito l’afflusso in massa dei master italiani, che occupano la quota del 22% sul totale degli atleti, seguiti nell’ordine per numerosità da tedeschi, inglesi, francesi, spagnoli, ceci, olandesi, etc. Pertanto questi Campionati Europei Stadia saranno un evento memorabile, destinato a battere tutti i precedenti record di partecipazione alla rassegna continentale “over 35”. 

 
 

Le prospettive del bottino di medaglie da conquistare per i colori azzurri sono ovviamente molto allettanti. Veniamo da un consuntivo dell’ultima edizione ad Aarhus nel 2017 (escluse le medaglie per team) di 36 ori, 35 argenti e 18 bronzi ed il quarto posto nel medagliere finale. Numeri che questa volta dovrebbero essere forse più che raddoppiati a gare concluse. Alcuni anni fa il “Settore Master” della Fidal figurata tra le categorie denominate “Promozione”. Dopo gli entusiasmanti successi delle nazionali giovanili ai recenti campionati internazionali, anche i master azzurri cercheranno di rendere quest’annata memorabile per la Fidal per completare la panoramica “Promozione”.
 

Ad ogni edizione c’è il piacere di riscoprire tra le pieghe degli iscritti qualche grande del passato, che torna a riassaporare il clima di un campionato internazionale, seppure master. Questa volta è riemersa una certa ROSA MOTA, classe 1958 e quindi appartenente alla categoria W60, iscritta a 10.000 metri in pista, al cross sui 4 Km., ai 10 Km. su strada e alla mezzamaratona. Ebbene sì, è lei!! Rosa è stata una tra le più grandi runners degli anni ’80, vincitrice della maratona alle Olimpiadi del 1988, di quella dei Mondiali 1987 e di tre Campionati Europei (1982, 1986, 1990); con un record di 2°23’29” (Chicago 1985). E’ un incubo per la nostra Laura Fogli in tante occasioni ben piazzata alle sue spalle. Ma c’è anche un tal lettone DAINIS KULA iscritto nel giavellotto della categoria M60, un gigante di quasi due metri nato nel 1959, che nel 1980 apparteneva ancora all’U.R.S.S.; e da russo vincitore alle Olimpiadi di Mosca, anno in cui con il vecchio attrezzo raggiunse la sua misura record di 92,08.
 

 
Tutte le Edizioni – Nr. Nazioni – Nr. Partecipanti
1 – 1978 Viareggio (Ita) – 21 – 1193
2 – 1980 Helsinki (Fin) – 18 – ? ? ?
3 – 1982 Strassburg (Fra) – 22 – 2700
4 – 1984 Brighton (Gbr) – 22 – ? ? ?
5 – 1986 Malmö (Swe) – 22 – 2149
6 – 1988 Verona (Ita) – 27 – 2981
7 – 1990 Budapest (Hun) – 26 – 3056
8 – 1992 Kristiansand (Nor) – 28 – 2921
9 – 1994 Atene (Gre) – 38 – 2706
10 – 1996 Malmö (Swe) – 34 – 3422
11 – 1998 Cesenatico (Ita) – 36 – 4291
12 – 2000 Jyväskylä (Fin) – 40 – 2900
13 – 2002 Potsdam (Ger) – 38 – 3067
14 – 2004 Aarhus (Den) – 40 – 3670
15 – 2006 Poznan (Pol) – 37 – 3067
16 – 2008 Ljubljana (Slo) – 42 – 3693
17 – 2010 Nyiregyhaza (Hun) – 41 – 3134
18 – 2012 Zittau (Ger) – 38 – 3837
19 – 2014 Izmir (Tur) – 41 – 2027
20 – 2017 Aahus (Den) – 39 – 3841
21 – 2019 Venezia (Ita) – 43 – ……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *